Lingue

Tu sei qui

Fondo Asilo Migrazione Integrazione

FAMI
II Fondo è uno strumento finanziario previsto dall'Unione Europea a favore degIi Stati membri per migliorare e promuovere una gestione integrata dei flussi migratori, in tutti gli aspetti del fenomeno, dall'Asilo, all' lntegrazione sociale, fino al Rimpatrio nei Paesi d'origine.

II Fondo Asilo Migrazione e lntegrazione (FAMI) 2021-2027 è stato istituito con il Regolamento (UE) N. 2021/1147 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 7 Luglio 2021. Esso stabilisce gli obiettivi del Fondo, la dotazione di bilancio per il periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2027, le forme di finanziamento dell'Unione e le regole di erogazione dei finanziamenti. 

 

OBIETTIVI E PRIORITÀ

 

OS 1 - ASILO

Migliorare le procedure dell'accoglienza e della presa in carico del migrante, con particolare attenzione all'emersione delle vulnerabilità, anche latenti, e all'accompagnamento ai servizi di cura della salute psico-fisica.

Supportare le strutture preposte all'accoglienza al fine di garantire un corretto accesso al diritto all'asilo, all'accoglienza ed ai percorsi di integrazione. Rafforzare gli uffici preposti alla gestione complessiva del sistema per garantire la piena complementarità con il Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell'Asilo (FNPSA), favorendo l'unitarietà delle azioni poste in campo e garantendo il rafforzamento della governance del sistema.

 

OS 2 - MIGRAZIONE LEGALE E INTEGRAZIONE

Proseguire nell'opera di consolidamento di una efficace governance condivisa, multilivello, multi-attore e multisettoriale tra attori pubblici e del privato sociale. Potenziare le capacità amministrative degIi uffici centrali e periferici impegnati nella gestione delle pratiche amministrative relative all'ingresso e soggiorno dei cittadini di Paesi terzi. Favorire la conoscenza della lingua italiana, potenziare l'offerta educativa, promuovere l'accesso alla formazione universitaria, valorizzare la partecipazione dei migranti alla vita pubblica ed il protagonismo delle seconde generazioni.

Rafforzare le condizioni di regolarità e dignità lavorativa; garantire programmi di inserimento socio-lavorativo per i più vulnerabili e svantaggiati, anche vittime di sfruttamento lavorativo, investire nelle competenze e promuovere l'accesso alle misure di integrazione.

 

OS 3 - RIMPATRIO

Migliorare l'accesso al Rimpatrio Volontario Assistito attraverso un'azione di sistema nazionale, comprensiva di attività di informazione, sensibilizzazione e formazione dirette anche al personale penitenziario al fine di sensibilizzare alla misura i cittadini di paesi terzi in stato di detenzione.

In maniera trasversale a tutti gli interventi si prevede un'azione di potenziamento della capacità dell'ufficio dedicato al RVA.

Finanziare operazioni di Rimpatrio Forzato (RF), formare ii personale preposto della Pubblica Sicurezza, realizzare interventi di ristrutturazione/creazione di luoghi idonei al trattenimento nelle questure e negli aeroporti e rafforzare ii potenziamento del sistema di monitoraggio dei rimpatri.

 

OS 4 - SOLIDARIETÀ

Sostenere l'ingresso in Italia di cittadini di paesi terzi attraverso reinsediamento e ammissione umanitaria, nonché la promozione di nuovi canali di ingresso legale mediante la realizzazione di un intervento che avrà come attività lo studio e valutazione di nuove forme di Complementary Pathways, anche tramite lo scambio e la condivisione di esperienze di successo attuate in altri Paesi.

La stesura e promozione di una proposta di policy con relativo Piano di Azione per lo sviluppo di programmi di private sponsorship/community, corridoi umanitari e una sperimentazione di un programma pilota innovativo per l'ammissione in Italia di rifugiati o persone in evidente bisogno di protezione internazionale.

 

AUTORITÀ DI GESTIONE

 

L' Autorità di Gestione del Fondo è responsabile della gestione e del controllo per una corretta esecuzione del Programma Nazionale. In Italia l'Autorità di Gestione è incardinata nel Dipartimento per le Libertà Civili e l'lmmigrazione del Ministero dell'lnterno, Direzione Centrale per le Politiche Migratorie.

Le funzioni di verifica sul fondo e sul relativo sistema di gestione e di controllo sono esercitate da un'apposita Autorità di Audit, indipendente sotto il profilo funzionale dall'Autorità di Gestione.

II Sistema di Gestione e Controllo del Fondo (Si.Ge.Co), disciplina i rapporti organizzativi tra le Autorità / gli organismi del Fondo, le relative competenze e le procedure attuative.

L'intero processo di selezione, monitoraggio e controllo dei progetti finanziati dal Fondo è gestito mediante l'apposito sistema informativo.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

 

La dotazione finanziaria attribuita all' ltalia dalla UE ammonta a 518.559.353,00 , cui va aggiunto un equivalente cofinanziamento nazionale reso disponibile dal Ministero dell'Economia e delle Finanze: la dotazione finanziaria complessiva per l'intero periodo di programmazione è pertanto pari a 1.037.118.706,00 €.

Ad inizio febbraio 2024, tramite la pubblicazione di avvisi pubblici, il finanziamento di progetti ed interventi di reinsediamento e ammissioni umanitarie, sono stati impegnati ca. 676.832.023,15 € milioni di euro, pari al 65,3% del budget del PN.

 

Tutti i dettagli sugli avvisi pubblicati sono disponibili alla sezione Amministrazione Trasparente

Ultimo aggiornamento: Maggio 2024
Dotazione finanziaria

Notizie Correlate