Tu sei qui

Fondo Asilo Migrazione Integrazione

Il Regolamento (UE) N. 516/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 ha istituito il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI), che modifica la decisione 2008/381/CE del Consiglio e che abroga le precedenti decisioni comunitarie istitutive dei quattro fondi SOLID (Integrazione cittadini di Paesi terzi, Rifugiati, Rimpatri, Frontiere esterne).

 

La Commissione europea per il nuovo ciclo di programmazione 2014-2020, nell’ambito di una riorganizzazione dei finanziamenti destinati al sostegno delle politiche in materia di immigrazione degli Stati membri, ha previsto l’istituzione dei seguenti strumenti finanziari:

•          il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione;

•          il Fondo Sicurezza Interna.

In particolare, il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) – che riunisce i precedenti fondi FEI, FER e RF - si concentrerà sulla gestione integrata della migrazione, sostenendo tutti gli aspetti del fenomeno migratorio, incluso l’asilo, la migrazione regolare, il rimpatrio dei cittadini stranieri e l’integrazione.

Il regolamento istitutivo del Fondo definisce l’obiettivo di “contribuire alla gestione efficace dei flussi migratori e all’attuazione, al rafforzamento e allo sviluppo della politica comune di asilo, protezione sussparlamento-europeo-bruxellesidiaria e protezione temporanea e della politica comune dell’immigrazione, nel pieno rispetto dei diritti e dei principi riconosciuti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”.

A tale obiettivo generale si affiancano altri quattro obiettivi specifici:

 1.        rafforzare e sviluppare tutti gli aspetti del sistema europeo comune di asilo, compresa la sua dimensione esterna;

 2.        sostenere la migrazione legale verso gli Stati membri in funzione del loro fabbisogno economico e sociale, come il fabbisogno del mercato del lavoro, preservando al contempo l’integrità dei sistemi di immigrazione degli Stati membri, e promuovere l’effettiva integrazione dei cittadini di paesi terzi;

3.         promuovere strategie di rimpatrio eque ed efficaci negli Stati membri, che contribuiscano a contrastare l’immigrazione illegale, con particolare attenzione al carattere durevole del rimpatrio e alla riammissione effettiva nei paesi di origine e di transito;

4.      migliorare la solidarietà e la ripartizione delle responsabilità fra gli Stati membri, specie quelli più esposti ai flussi migratori e di richiedenti asilo, anche attraverso la cooperazione pratica.

Il Fondo, inoltre, sostiene la Rete europea sulle migrazioni (European Migration Network – EMN) e fornisce il sostegno finanziario necessario per le sue attività e il suo sviluppo futuro.

 Il bilancio complessivo del FAMI è pari  a 3,1 miliardi di euro. Al netto dei 746 milioni destinati alla realizzazione dei programmi comunitari e di altre azioni, il bilancio complessivo per gli Stati Membri si attesta a 2,4 miliardi di Euro per l’intero periodo 2014 - 2020. La dotazione finanziaria previsionale per l’Italia è pari a 310 milioni di Euro, cui si aggiungerà un ulteriore co-finanziamento nazionale.

 

 

 

 

 

 

Scarica i documenti

Regolamento 516/2014 Istituzione del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione

Regolamento 514/2014 Disposizoni generali sil Fondo Asilo Migrazione e Integrazione

Regolamento esecuzione 2 marzo 2015 n.377 della Commissione Europea

Regolamento di esecuzione 2015/840 del 29 5 2015 della Commissione europea (Controlli amministrativi da parte Autorità responsabile)

Fami