Tu sei qui

Mille posti per accogliere entro il 2016 minori stranieri non accompagnati

Gli enti locali potranno presentare domanda di contributo per attivare servizi di accoglienza in favore dei minori stranieri non accompagnati. Nella Gazzetta Ufficiale e sul sito interne [minori_stranieri_non_accompagnati] t del ministero dell’Interno sarà pubblicato a breve il decreto del Ministro - registrato dalla Corte dei Conti in data 12 maggio 2015 – che contiene le modalità di presentazione delle richieste.
 
Le proposte progettuali dovranno garantire il rispetto dei diritti di cui è portatore il minore straniero non accompagnato secondo la normativa nazionale e internazionale vigente; inoltre, dovranno assicurare l’avvio graduale del giovane verso l’autonomia e l’inclusione nel tessuto sociale del territorio.
 
Il capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione ha stabilito, con apposito provvedimento, la capacità ricettiva del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) in un numero non inferiore a 1.000 posti di accoglienza fino al 31 dicembre 2016.
Con Decreto del Ministro dell'Interno 1 agosto 2014 è stata istituita, presso il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, una struttura di missione per l'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, finalizzata a favorire il supporto tecnico ed organizzativo allo stesso Dipartimento in relazione allo svolgimento delle attività di accoglienza di tali soggetti particolarmente vulnerabili.


Ultima modifica:
11/04/2016 - 12:56