Tu sei qui

European Migration Network, la Rete Europea delle Migrazioni

La Rete Europea delle Migrazioni - European Migration Network- è una rete a livello europeo creata nel 2003 dalla Commissione Europea per conto del Consiglio Europeo il cui mandato è fornire informazioni aggiornate, oggettive, affidabili e confrontabili sui temi relativi alle migrazioni ed all’asilo, mettendole a disposizione dei decisori pubblici a livello nazionale e comunitario.

 La Rete Europea delle Migrazioni (EMN – European Migration Network) è una rete a livello europeo creata nel 2003 dalla Commissione Europea per conto del Consiglio Europeo. Nel 2008, la Decisione del Consiglio 2008/381/EC ha costituito la base legale per l’EMN, il cui mandato è fornire informazioni aggiornate, oggettive, affidabili e confrontabili sui temi relativi alle migrazioni e all’asilo, mettendole a disposizione dei decisori pubblici a livello nazionale e comunitario. Tra gli obiettivi della Rete europea EMN rientra anche il coinvolgimento dell’opinione pubblica attraverso la diffusione degli studi realizzati.

 Il network è composto dalla Commissione Europea, uno Steering Board, due fornitori di servizi e, a livello decentrato, dai Punti di Contatto Nazionali degli Stati membri UE e della Norvegia.

Il Punto di Contatto Nazionale per l’Italia dal 2004 al 31 marzo 2013 è stato gestito da IDOS Centro Studi e Ricerche; dal 1° aprile 2014 l'incarico di Punto di Contatto per l'Italia è stato assunto dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Dipartimento Scienze umane e sociali - Patrimonio culturale, sempre con il coordinamento del Ministero dell’Interno, Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione.

Il Servizio I della Direzione centrale per le politiche dell’immigrazione e dell’ asilo del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno, si occupa di fornire alla Commissione europea, per quanto attiene allo European Migration Network (EMN), una serie di informazioni aggiornate, attendibili e confrontabili in tema di immigrazione ed asilo.

Tale compito è svolto principalmente dal dirigente del servizio, attualmente il viceprefetto aggiunto Alberto Bordi,  quale Steering Board member presso la Commissione europea, unitamente al Punto di Contatto Nazionale, ruolo svolto, attualmente CNR– DSU, quale vincitore di un apposito bando di gara pubblico. Il maggior impegno svolto inerisce alla tempestiva formulazione di risposte e relativa fornitura di dati in merito alle numerose Ad Hoc Queries presentate dalla Commissione europea e da altri Stati membri su tematiche specifiche, di natura giuridica, procedurale od operativa, in tema di immigrazione e di asilo.

Ogni anno il Punto di Contatto Nazionale realizza, con la supervisione del dirigente del Servizio I, due o tre pubblicazioni bilingue sulle tematiche migratorie, provvedendo inoltre alla organizzazioni di convegni, seminari ed altre iniziative finalizzate a disseminare le copiose informazioni di cui è in possesso l’ EMN.

Il Dipartimento Scienze umane e sociali, Patrimonio Culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche abbraccia il complesso delle scienze umane e sociali assieme al patrimonio culturale materiale e immateriale. La sua missione consiste nella ricerca di base e applicata, nella formazione dottorale e post-dottorale e nel trasferimento di conoscenze. Distribuita su tutto il territorio nazionale, la rete di venti Istituti copre una vasta gamma di settori, alcuni dei quali strategici per il rilancio del sistema produttivo nazionale. Si occupa di molte aree tematiche trasversali, nel novero delle quali figurano anche “le migrazioni”.                                

Le attività della rete EMN

Rapporti. La rete EMN redige ogni anno Rapporti annuali sulle politiche (Annual Policy Report) che delineano i principali sviluppi in campo politico e legislativo (anche in ambito comunitario) degli Stati Membri, come anche i dibattiti politici in tema di migrazione e asilo; questi contributi sono utilizzati anche per la stesura dei Rapporti annuali in materia di immigrazione e asilo della Commissione Europea, che fanno il punto sulla messa a regime delle previsioni in materia di immigrazione e asilo.

Studi. La rete EMN elabora anche Studi (Studies) su temi ritenuti rilevanti per i responsabili politici al fine di soddisfarne il bisogno di conoscenza a breve e lungo termine. Gli argomenti di studio sono selezionati sulla base delle proposte avanzate da uno o più Punti di Contatto (EMN NCPs) e/o dalla Commissione Europea e sono scelti avendo riguardo alla loro importanza per lo sviluppo delle politiche per gli Stati Membri e per la Commissione e le sue agenzie. Gli argomenti possono essere proposti per studi di carattere più approfondito e strategico, con una rilevanza a lungo termine, o per elaborati più brevi, detti anche “studi di focus”, finalizzati a rispondere a un bisogno di conoscenza immediato. È compito del Comitato Direttivo approvare formalmente la selezione degli argomenti di studio da inserire nel Programma annuale di lavoro EMN. Ogni anno viene prodotto un Rapporto di Sintesi (Synthesis Report) comparativo che riunisce i principali risultati dei contributi nazionali e li inserisce in un’ottica europea.

 Richieste specifiche. Le Ad-Hoc Queries sono lo strumento attraverso il quale gli EMN NCPs e la Commissione europea possono ottenere informazioni dagli Stati Membri, in un lasso di tempo relativamente breve, su un’ampia gamma di questioni relative all’asilo e alla migrazione. La rete produce, poi, raccolte compilative delle risposte ricevute a seguito del lancio delle richieste, mediante cui è possibile valutare con immediatezza le risposte fornite agli Stati membri su questioni specifiche.

Policy Brief: l’EMN Inform. Permette di fornire sinteticamente ai policy maker i principali risultati e le raccomandazioni relative ad argomenti specifici, sulla base dei risultati ottenuti dalla raccolta e dall’analisi di informazioni curata dalla rete.

L’EMN Bulletin. Fornisce con cadenza trimestrale informazioni aggiornate e attuali, richieste dai policy maker o di particolare rilevanza nelle materie trattate. Riporta gli ultimi sviluppi registrati a livello comunitario e nazionale e le pubblicazioni statistiche recenti, provenienti principalmente da Eurostat.

Il Glossario e il Thesaurus EMN. Il Glossario EMN facilita la comparabilità permettendo una comprensione e un utilizzo condiviso dei termini e delle relative definizioni riguardanti l’asilo e la migrazione. Utilizza termini e definizioni provenienti da numerose fonti e li rende disponibili nella maggior parte delle lingue degli Stati membri. Il Glossario è, inoltre, utilizzato per sviluppare un Thesaurus EMN, che raccoglie la documentazione disponibile in una maniera strutturata.

Promossa dal Ministero dell'Interno e co-finanziata dall'Unione Europea, la pubblicazione del Glossario contiene  oltre 300 tra i  termini più importanti in materia di migrazione ed asilo, riportati in italiano, in inglese ed in molte altre lingue europee, facilitandone la comparabilità e indicandone la fonte giuridica a livello comunitario e internazionale. Sono stati necessari oltre cinque anni per portare a termine un impegnativo lavoro basato sul confronto tra le varie situazioni nazionali ed un altro anno è stato necessario per curare l’edizione in lingua italiana. La pubblicazione è stata elaborata dalla Rete Europea Migrazioni (EMN) nel contesto del Gruppo di lavoro per il Glossario e il Thesaurus che, per diversi anni, ha operato presso la Commissione Europea coinvolgendo tutti gli Stati membri. Il Glossario è destinato alla diffusione promozionale tra quanti sono impegnati nel settore. La presentazione sistematica dell’uso e dell’interpretazione comune dei termini proposti rappresenta uno strumento prezioso mediante il quale i policy-makers e i professionisti del settore operanti negli Stati Membri, così come nelle istituzioni comunitarie, possono più adeguatamente confrontare i rispettivi contesti e le esperienze nazionali, a favore di un’armonizzazione delle politiche in materia di migrazione e asilo.

Nel maggio 2013 del Glossario è stata realizzata anche la versione in arabo.

 Rapporti sullo stato di avanzamento delle attività EMN. La rete produce Rapporti annuali sullo stato di avanzamento dell’EMN, contenenti attività e obiettivi raggiunti. Tali Rapporti sono adottati come Documento di lavoro da parte della Commissione europea e vengono formalmente trasmessi al Parlamento europeo, al Consiglio, alla Commissione, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle Regioni.

 

LE PUBBLICAZIONI DI EMN ITALY:

L'altro lato dell'immigrazione: l'ammissione in Italia dei cittadini stranieri per scopi imprenditoriali   di Silvia Cavasola e Mattia Vitiello 2014

Politiche e pratiche sociali per l’accoglienza dei minori non accompagnati in Italia di Marco Accorinti 2014

Immigrati e sicurezza sociale. Il caso italiano.  Settimo Rapporto Marzo 2014

Gli studenti internazionali nelle università italiane. Sesto  Rapporto Maggio 2013

Quinto rapporto EMN Italia "Immigrati e rifugiati. Normativa, istituzioni e competenze"

IV Rapporto dell' European  Migration Network "Canali migratori. Visti e flussi irregolari"

Il Glossario Migrazione e asilo Ottobre 2016

Terzo Rapporto Novembre 2010

Secondo Rapporto EMN Italia "Minori non accompagnati - Ritorno assistito - Protezione Internazionale - Edizioni Idos - Marzo 2010

Primo rapporto    Dicembre 2009 (Testo della pubblicazione in pdf) Politiche migratorie Operatori qualificati Settore sanitario

  

Staff del National Contact Point for Italy

COORDINAMENTO

MINISTERO DELL’INTERNO – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – Direzione Centrale per le politiche dell’immigrazione e dell’asilo

Dirigente responsabile: Viceprefetto Aggiunto dott. Alberto Bordi

Referente: dott.ssa Stefania Nasso

 

PUNTO DI CONTATTO NAZIONALE

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE – Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale (DSU)

Direttore responsabile: Riccardo Pozzo

Referente: Maria Eugenia Cadeddu

COMITATO TECNICO – SCIENTIFICO CNR

Corrado Bonifazi – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali

Maria Eugenia Cadeddu – Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee

Manola Cherubini – Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica

Salvatore Strozza – Università “Federico II” di Napoli

GRUPPO OPERATIVO CNR

Alessandro Gentilini – Istituto di Studi sui Sistemi Regionali, Federali e sulle Autonomie

Azzurra Malgieri – Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale

Mattia Vitiello – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali