Tu sei qui

Favorire percorsi di integrazione, accordo tra il Ministero dell'Interno e Confindustria

Firmato il protocollo attuativo dell'accordo quadro sulle modalità di collaborazione per favorire percorsi di integrazione dei beneficiari di protezione internazionale , ospiti del sistema di accoglienza nazionale, tra Ministero dell'Interno e Confindustria.

Il 13 aprile 2017, alla presenza del Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, Prefetto Gerarda Pantalone, è stato sottoscritto dal Direttore Centrale per le Politiche dell’Immigrazione e dell’Asilo Prefetto Rosetta Scotto Lavina e dal Direttore Generale di Confindustria Avvocato Marcella Panucci, un protocollo per attuare percorsi di formazione per beneficiari di protezione internazionale, ospiti del sistema di accoglienza nazionale.

Il Protocollo dà attuazione all’accordo quadro precedentemente sottoscritto dal Ministro dell’Interno e dal Presidente di Confindustria.

Le Parti si impegnano a realizzare tirocini e percorsi formativi, della durata di sei mesi, presso imprese associate al sistema Confindustria che si sono rese disponibili  all’iniziativa e che hanno manifestato un fabbisogno specifico di personale.

 Nel 2017 verranno finanziati 100 pacchetti formativi in undici Province: Asti, Alessandria, Bergamo, Catania, Milano, Roma, Siracusa, Torino, Trieste, Udine e Varese. Le aziende saranno individuate da appositi team di coordinamento istituiti presso le Prefetture delle Province interessate.

Il Ministero dell’Interno ha proposto a UNHCR di assegnare alle aziende che si sono impegnate per il buon esito dell’iniziativa un riconoscimento attraverso l’attribuzione del logo “Welcome - Working for refugee integration” che potrà essere esposto ed utilizzato nelle attività di comunicazione.

Ultima modifica:
19/04/2017 - 11:08